LA SOCIALIZZAZIONE SECONDARIA


La socializzazione secondaria, o sociale‐affiliativa, è la capacità di allargare il gruppo sociale a partner eterospecifici (uomini/ bambini/ gatti/ altri animali..) e di conoscerli nella loro molteplicità morfologica e comportamentale. Essa tende ad essere prototipica del suo gruppo affiliativo (per cui il cane può riconoscere il gatto di casa, ma mostrare avversione verso quelli di strada) è importante che questa venga maturata in maniera profonda attraverso un lavoro che comincia già dalla quarta settimana del cucciolo il quale deve iniziare a vedere l’uomo con quotidianità per abituarsi alla sua morfologia, comportamento, vocalizzazione e infine per attribuirgli lo status di partner sociale. È necessario che vengano presentate al cane, durante tutta la sua età evolutiva, molte tipologie di umani (uomini/ donne/ bambini/ anziani/ portatori di handicap/ persone di colore…).